In questo articolo

Pratiche citate

ISEE Online

ABC ISEE: una guida comprensibile su cosa ci vuole per fare l’ISEE

Per ottenere l’ISEE è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che comprende i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare

L’ISEE è un valore che si ottiene dal rapporto tra l’indicatore della situazione economica (Ise= valore assoluto dato dalla somma dei redditi e del 20% dei patrimoni mobiliari e immobiliari dei componenti il nucleo familiare) e il parametro ricavato dalla scala di equivalenza in base al numero dei componenti del nucleo familiare, necessario  per valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie che intendono richiedere una determinata prestazione sociale.

In questo articolo vi spiegheremo cosa ci vuole per fare l’ISEE e tutte le informazioni necessarie.

Cosa ci vuole per fare l’ISEE: i documenti necessari

Per il calcolo dell’ISEE bisogna essere in possesso di una serie di documenti

  • documenti anagrafici del dichiarante e del proprio nucleo familiare;
  • documenti relativi ai redditi percepiti;
  • documenti del patrimonio mobiliare e immobiliare;
  • documentazione aggiuntiva da presentare in caso di disabilità.

Per scoprire e approfondire le caratteristiche relative ai documenti, abbiamo scritto un articolo al riguardo.

ISEE: i passi da fare

Per capire cosa ci vuole per fare l’ISEE e come ottenerlo è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che comprende i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare.

I dati da presentare sono autodichiarazioni (come i dati anagrafici ed i beni patrimoniali), forniti dall’Agenzia delle Entrate (come il reddito complessivo) e dall’Inps (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari erogati per ragioni diverse dalla condizione di disabilità e non rientranti nel reddito complessivo ai fini Irpef).

Il nucleo familiare da considerare è quello alla data della presentazione della dichiarazione.

NB: per i redditi fa fede il secondo anno solare precedente (per esempio, se si compila la dichiarazione nel 2022, la dichiarazione dei redditi è quella del 2020) mentre per il patrimonio mobiliare e immobiliare l’anno precedente a quella delle presentazione della DSU.

Cosa ci vuole per fare l’ISEE: l’ISEE standard

Per il calcolo dell’Isee standard, che occorre per le prestazioni sociali agevolate, è necessario compilare la DSU Mini, una dichiarazione semplice per le situazioni “ordinarie”, mentre la DSU Integrale va compilata solo per calcoli specifici (socio-sanitario, socio-sanitario residenze, università, e minorenni con genitori non coniugati fra loro e non conviventi).

Per il calcolo del reddito vengono inclusi:

  • gli assegni al coniuge e ai figli;
  • il 20% del reddito da lavoro dipendente o da pensione;
  • spese per i disabili (con valore diverso a seconda del grado di disabilità);
  • una quota degli affitti;
  • una franchigia sulle abitazioni di proprietà;
  • gli interessi derivanti da investimenti in prodotti finanziari.

Dove poter richiedere l’ISEE e i tempi d’attesa

L’ISEE può essere richiesto presentando tutti i documenti necessari presso un CAF oppure affidandosi ad un dottore commercialista, esperto contabile o consulente del lavoro.

La richiesta del modello ISEE al CAF è completamente gratuita, perché ogni anno l’Inps e i centri di assistenza fiscali presenti sul territorio firmano una convenzione proprio al fine di offrire assistenza ai cittadini che intendono richiedere alcune prestazioni sociali agevolate.

La richiesta del modello ISEE gratuito al CAF, può implicare tempi di attesa lunghi: per i cittadini che hanno bisogno di ricevere il proprio ISEE in tempi brevi, magari in vista della scadenza per la presentazione delle domande di accesso alle agevolazioni sociali, questo rappresenta un problema.

Per questo motivo e in casi di emergenza, è preferibile richiedere assistenza nella compilazione della DSU necessaria ai fini ISEE ad un professionista. In questo caso sarà necessario pagare il costo della parcella, che dovrà essere stabilito con preventivo scritto.

Esiste una terza modalità dove è possibile fare il modello ISEE senza dover pagare e senza dover attendere: si tratta della possibilità di compilare il modello ISEE online sul sito dell’Inps.

I tempi medi di rilascio dell’attestazione ISEE sono 4/5 giorni lavorativi, anche se in alcuni casi l’INPS può rendere disponibile l’attestazione al dichiarante fino a 10 giorni lavorativi dalla ricezione della DSU.

Conclusioni

Speriamo che questo articolo sia stato una guida utile per capire cos’è l’ISEE, dove richiederlo, i tempi di attesa e i documenti necessari. 

Se avessi ancora dubbi e vorresti l’ausilio di consulenti specializzati per tutte le pratiche, abbiamo preparato un servizio completamente online!

VAI AL SERVIZIO ONLINE

1 Febbraio 2022
Lucrezia

Share on

Un sito di I Consultant S.R.L.
Via dell’Industria, 10
50056 – Montelupo Fiorentino
P.Iva 07052810483
Tel. +39 333 2374920
Email: ask@praticheamiche.it
www.iconsultant.it
Termini e condizioni di vendita
Privacy e Cookie Policy

Resta aggiornato

La piattaforma PRATICHE AMICHE di I Consultant S.R.L. è affiliata ad un Consulente del Lavoro (tramite contratto regolarmente redatto), che può elaborare le pratiche poiché regolarmente Iscritto all'Albo dei Consulenti del Lavoro.

Resta aggiornato

Social Network

Un sito di I Consultant S.R.L.
Via dell’Industria, 10
50056 – Montelupo Fiorentino
P.Iva 07052810483
Tel. +39 333 2374920
Email: ask@praticheamiche.it
www.iconsultant.it
Termini e condizioni di vendita
Privacy e Cookie Policy

La piattaforma PRATICHE AMICHE di I Consultant S.R.L. è affiliata ad un Consulente del Lavoro (tramite contratto regolarmente redatto), che può elaborare le pratiche poiché regolarmente Iscritto all'Albo dei Consulenti del Lavoro.

Richiedi l'ISEE,
 IN 5 MINUTI